KPJ ASHTANGA YOGA INSTITUTE… 3 YEARS LATER

– Scorrere giù per la versione in italiano –

Rosa-Tagliafierro-ashtanga-yoga-italia-milano-Sharath-Jois-in-Conference-Mysore-shoes

3 years have gone by, having missed 2 seasons of practice with Sharath in the main shala here in Mysore.

Looking at it on a gross level, all seems pretty the same.

Looking at it on a more subtle level, so many things have changed.

What has striked me the most upon arrival, it is the amazing change in Sharath’s students over the last 2 years time. I remember a lot of very young people when I last was here, many attracted by the increasing popularity of the ashtanga yoga worldwide and coming to KPJAYI to experience ‘the Mysore magic’. Many of them were beginners in the practice, with Sharath often stopping them at ½ primary. In the last led class on Monday this week, there were only a couple of people – out of 90tish – stopping at Marichyasana D, all others just went straight up to the end of primary.

And the difference is even more noticeable during the Mysore classes! Whenever I wait in the little hall for my turn to enter the shala (which in the worst case was about 30min 3 years ago and which now is between 1h and 1h20min), I get the chance to look at those who are already practicing: what an inspiration to see almost all of them doing at least some of the intermediate series, if not all of it! Quite a few on Advanced A and B!! Actually, this December all of the ashtanga gotha is here to practice bringing with them an extra-ordinary energy to the shala every morning 🙂 There are almost no beginners, and the bulk of the students have already practiced at KPJAYI before.

Hence the energy in the shala is just at its top, vibrant and dense. It takes you through the practice, it makes you feel supported, and makes easier for you to surrender to the poses, it allows your body to open and your mind to relax, to ground, to expand, to enjoy every breath and every movement! So thank you to all of you awesome guys with whom I have the pleasure to practice with every morning and thank you Sharathji for orchestrating all of it with your strong and determined presence!

Rosa-Tagliafierro-ashtanga-yoga-italia-milano-Sharath-Jois-in-Conference-MysoreAnd that bring me to the second big change I noticed: Sharath himself! I remember on my first trip to KPJAYI in Jan 2011 that while Sharath was having the conferences, he felt almost embarrassed by having to talk in front of so many people (about half of the ones present today!), he was shy and sometimes I felt the impression he didn’t know what to tell us. And now, he is soooo self-confident, he seems to enjoy the talks more and more up to the point that last week the conference lasted almost 2h instead of the usual 45min / 1h. He is more and more getting comfortable in his shoes and the result is just amazing. And you can also perceive it every morning while he teaches.

Notwithstanding he gets up every morning at 00.30h to do his personal practice before getting ready to teach at 4am, and he keeps teaching for 8h in a row up to 12pm, he is more and more relaxed in his teacher/guru role, often prone to jokes and smiles, while still being very attentive to whatever goes on in the shala. Nothing passes unnoticed to him. Do something ‘wrong’ and you will know 🙂

So yes, definitely feeling totally blessed by having this great opportunity to be back studying ashtanga yoga at the source with Sharathji!

 

If you’re interested in reading more about life in Mysore and at KPJAYI,  follow the blog clicking on the ‘Follow me’ button on the right-hand side of this page and receive future updates directly in your inbox. Namaste!

 


 

 

K.P.J. ASHTANGA YOGA INSTITUTE… 3 ANNI DOPO

 

3 anni son passati, avendo saltato le ultime 2 stagioni di pratica con Sharath qui nella shala principale a Mysore.

Guardando al tutto su un piano più grossolano, tutto sembra più o meno lo stesso.

Guardando al tutto su un piano più sottile, moltissime cose sono cambiate.

Ciò che mi ha colpito di più all’arrivo è stato il grande cambiamento negli studenti di Sharath nel corso di questi 2 anni. Ricordo un sacco di ragazzi giovanissimi l’ultima volta che sono stata qui, molti attirati dalla popolarità crescente dell’ashtanga yoga a livello mondiale e che venivano qui al KPJAYI per sperimentare di persona ‘la magia di Mysore’. Molti di loro erano principianti nella pratica, con Sharath che spesso li faceva fermare alla metà della prima serie. Nell’ultima classe guidata, lunedì di questa settimana, solo un paio di studenti su circa una novantina si sono fermati a Marichyasana D, tutti gli altri sono andati dritti dritti fino alla fine della prima serie.

E la differenza è ancora più evidente nel corso delle classi Mysore style! Ogni volta che aspetto nella piccola hall all’ingresso il mio turno per entrare in shala (che nella peggiore delle ipotesi era di circa 30′ ed ora è in media di 1h/1h20′), ho la possibilità di guardare chi sta già praticando: che ispirazione vedere che la stragrande maggioranza pratica almeno parte della seconda serie, se non tutta! Ed un buon numero di studenti pratica la Advanced A e qualcuno anche la B!! E per non dire che questo mese è presente tutto il gotha dell’ashtanga yoga, che porta con sé ogni mattina un’eccezionale energia in shala. Quasi non ci sono principianti nonostante ci siano ancora tanti giovanissimi, e la maggior parte di loro ha già praticato presso il KPJAYI almeno una volta.

Pertanto l’energia nella shala è al suo top, vibrante e densa. Ti porta attraverso la pratica, ti fa sentire sostenuta e rende più facile abbandonarsi alle posizioni, permette al tuo corpo di aprirsi e alla tua mente di rilassarsi, di radicarsi, di espandere, di godere di ogni respiro e di ogni singolo movimento. E per questo, grazie a tutti voi con i quali ho il piacere di praticare ogni mattina!! e grazie Sharathji per dirigere il tutto con la tua presenza forte e determinata!!

E questo mi porta al secondo grande cambiamento che ho notato: lo stesso Sharath! Ricordo che nel corso del mio primo viaggio di studio al KPJAYI nel gennaio del 2011, nelle conferenze Sharath era quasi imbarazzato dal dover parlare di fronte a così tante persone (la metà di quelle presenti oggi!), era timido e talvolta avevo l’impressione che non sapesse cosa raccontarci. Ed ora, è totalmente diverso: Sharath è pieno di fiducia in sé, sembra che tenere le conferenze gli piaccia sempre di più al punto che la scorsa settimana la stessa è durata ben 2h invece dei soliti 45/60 minuti. Egli è sempre più a suo agio nei suoi panni ed il risultato è straordinario. E tutto ciò lo si percepisce bene ogni mattina mentre insegna.

Nonostante si svegli a mezzanotte e mezza per fare la sua pratica personale prima di cominciare ad insegnare alle 4h del mattino, e continui ad insegnare per ben 8h di seguito fino a mezzogiorno, Sharath è sempre più rilassato nel suo ruolo di insegnante e guru, spesso incline a battute e sorrisi, sempre restando molto attento a qualsiasi cosa avvenga nella shala. Nulla gli passa inosservato. Fa qualcosa di ‘sbagliato’, e te ne accorgi subito 😉

E quindi si, oggi come 3 anni fa, mi sento estremamente fortunata per questa grande opportunità di essere qui a studiare ashtanga yoga alla fonte con Sharathji!

 

Se sei interessato a leggere di più sulla vita qui a Mysore e al KPJAYI, segui il blog cliccando sul tasto ‘follow me’ in alto a destra di questa pagina e ricevi i prossimi articoli direttamente nella tua mail. Namaste!

Advertisements
This entry was posted in Ashtanga Yoga and tagged , , , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s